Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2021

In primo piano

Il contrasto alla circolazione illecita del denaro alla luce dei decreti legislativi 8 novembre 2021 n. 184 e 195: nuove incriminazioni e profili di prevenzione della responsabilità da reato degli enti

  Introduzione Lo scorso 8 novembre 2021 il Governo ha emanato due decreti legislativi che si collocano in un solco politico-criminale comune rappresentato dall'esigenza di rafforzare il contrasto ai mezzi di finanziamento della criminalità ed al trasferimento illecito di denaro e di valuta virtuale [1] : il D. Lgs. n. 184/2021 [2]  (entrato in vigore il 14 dicembre 2021), sulla  lotta contro le frodi e le falsificazioni di mezzi di pagamento diversi dai contanti , e il D. Lgs. n. 195/2021 [3]  (entrato in vigore il 15 dicembre 2021), sulla  lotta al riciclaggio mediante diritto penale. L'intento del legislatore europeo e interno – in considerazione dell'evoluzione degli strumenti tecnologici impiegati per il riciclaggio dei proventi criminosi [4]  – è quello di preservare il cd. mercato unico digitale e di contrastare gli effetti distorsivi della concorrenza che discendono dall'immissione nell'economia di liquidità di fonte illecita.     La trattazione unitaria der

L’organismo di vigilanza al giro di boa dei vent’anni d’applicazione del D.lgs. 231/2001.

La responsabilità da reato degli enti nei gruppi d'impresa secondo le linee-guida di Confindustria per la costruzione dei modelli organizzativi ex D. Lgs. 231/2001